Calcio 1a Categoria. “Adesso parlo io”. Il presidente Vacca a ruota libera su passato e futuro della Tharros

Calcio 1a Categoria. “Adesso parlo io”. Il presidente Vacca a ruota libera su passato e futuro della Tharros

30 giugno 2018 Non attivi Di Redazione GuilcerSport

La retrocessione in Prima Categoria e una mancata fusione con il Guspini  per riconquistare l’Eccellenza. È stato un mese intenso e pieno di amarezze per il presidente della Tharros Prometeo Vacca. Che però non si arrende.

Presidente, ci racconti come sono realmente  andate dal suo punto di vista le cose con il Guspini…
Si sono dette e scritte troppe cose senza sapere. Noi abbiamo condotto una trattativa alla luce del sole, in modo serio e corretto. Purtroppo, devo constatare con grande rammarico che mentre noi aspettavamo il presidente Setefano Serpi in FIGC con le carte che ci aveva richiesto per definire tutto, lui trattava con il sindaco le condizioni per non fare più l’accordo con noi. Ed infatti lo stesso Serpi ha chiesto pubblicamente scusa alla dirigenza della Tharros. Sinceramente ci siamo sentiti usati.

Il presidente Vacca e la dirigenza firmano intanto modo congiunto il comunicato stampa che vi proponiamo in maniera integrale sul futuro della societa: “A pochi giorni dal ripensamento del Guspini Terralba di cedere il titolo sportivo, stiamo lavorando per una squadra che sia più possibile competitiva; il campionato di prima categoria non è facile e tante squadre si stanno preparando per fare bene. L’opportunità  di giocare il campionato di  Eccellenza Regionale sarebbe stato un palcoscenico? ?sicuramente? ?più adatto al blasone della Tharros e avrebbe offerto al nostro settore giovanile, che tra l’altro ha ben figurato durante la stagione a tutti i livelli, uno stimolo in più e una differente opportunità di crescita.
Ma adesso è acqua passata ed è arrivato il momento di guardare avanti.
Riguardo ad alcune voci circolate nei giorni scorsi, tramite canali social, tutta la dirigenza e il Presidente tengono a precisare che non hanno nessuna intenzione di gettare la spugna! Siamo ancora più motivati ad andare avanti per riportare la Tharros nel calcio che conta, e comunque pronti a valutare un eventuale passaggio di consegne ad imprenditori o cordate che presentino un progetto valido al di sopra delle nostre attuali possibilità, per il bene della città e dei tifosi.
Forse in tanti hanno dimenticato che il presidente al suo ingresso, nel Marzo 2016, ha preso in mano la società sull’orlo del collasso economico, liquidando il vecchio presidente e subentrando e risanando tutti i debiti pregressi, dai rimborsi ai giocatori che erano già in procinto di fare le valigie, alle rette arretrate per l’uso dei campi al centro federale e delle attrezzature, ai compensi agli allenatori del settore giovanile, nonché portando a termine il campionato ed ottenendo una ormai insperata salvezza.
Oggi in tanti criticano la gestione… certo si sa!! Non si sale sul carro dei vinti ma dei vincitori.
Ci assumiamo le nostre responsabilità certi di aver imparato qualcosa dagli errori, e motivati a fare sempre meglio, coscienti della funzione sociale che svolgiamo e dell’importanza che la Tharros ha nel cuore di tantissimi tifosi e della storia ultracentenaria che rappresenta?.?
Un doveroso ringraziamento va a tutti gli imprenditori e aziende che stanno appoggiando il nuovo progetto e a quei simpatizzanti e tifosi che tutti i giorni ci incoraggiano ad andare avanti.
Il nostro impegno e di conseguenza la nostra promessa rimarrà quella di riportare ?la Tharros dove merita e le compete.
Entro il 15 luglio presenteremo la nuova Tharros col nuovo allenatore, certi di aver individuato calciatori ma soprattutto uomini in grado e degni di indossare una maglia così importante come la Tharros”

Il presidente
La dirigenza

S.P.D THARROS
Via Consolini, 22
Oristano