Calcio Regionale. L’opinionista della settimana: Luca Pira ex capitano e bandiera del Taloro Gavoi

Calcio Regionale. L’opinionista della settimana: Luca Pira ex capitano e bandiera del Taloro Gavoi

16 settembre 2017 Non attivi Di Redazione GuilcerSport 2

Iniziamo oggi una nuova rubrica incontrando alcuni personaggi del calcio regionale che sono stati protagonisti, o lo sono ancora, a cui chiediamo di fare una panoramica sui diversi campionati regionali dilettanti di calcio.

Iniziamo con Luca Pira conosciutissimo nel Centro Sardegna come ex validissimo calciatore e tecnico preparato.

Luca, rinfreschiamoci un po’ la memoria e parliamo della tua carriera di atleta…

Da calciatore ho giocato nel Taloro Gavoi vincendo i campionati di Prima e Promozione a cui sono seguite 2 stagioni in Eccellenza. Sono poi passato al Macomer dove ho vinto ancora un campionato di Promozione e disputato 2 annate in Eccellenza. Successivamente ho militato nel Lanusei, Oniferi, Bonorva , Ovodda e Girasole. Con queste due ultime società ho vinto il campionato.

Il tuo percorso da allenatore invece come è stato?

Da allenatore ho guidato tutte le formazioni del settore giovanile del Taloro Gavoi. Mi sono trasferito all’Atletico Bono in Seconda Categoria e qui ho vinto il campionato. Ed ancora ad Ovodda e 2 stagioni ad Ollolai sempre in Prima Categoria.

Hai giocato tanti anni in Eccellenza, torneo che inizia domani. Che giudizio dai su questo campionato?

Lo vedo un campionato ancora in via di definizione. Ci saranno due campionati: uno prima e uno dopo la riapertura del mercato. Di sicuro Samassi, Torres, Sorso, Muravera e Castidas mi sembrano le più attrezzate. Occhio però allo Stintino una buona squadra con un valore aggiunto dell’allenatore. Poi credo che tutte le altre si possano equivalere e molto dipenderà dal bugdet a loro disposizione. Una cosa e’ certa in questo momento non credo ci sia una squadra che possa ammazzare il campionato. Fa’ piacere rivedere squadre storiche come Torres e Sorso con un grande passato.

GuilcerSport seguirà principalmente le vicende riguardanti Taloro, Ghilarza e Tonara. Come vedi queste squadre?

Seguo con piacere le 3 squadre vicine a me Taloro, Tonara e Ghilarza. Credo che avendo cambiato tanto dovranno da subito trovare la propria identità. Sarà fondamentale utilizzare per bene il fattore campo da subito. Il Taloro dalla sua ha sempre la tranquillità’ di avere una società solida, il Tonara come il Ghilarza vantano in questi ultimi anni tanti giovani interessanti. Spero che ci sia per tutte e 3 la plausibilità di fare un campionato tranquillo.

Hai giocato ugualmente per molti anni in Promozione, ci dai un tuo parere sul girone B?

Sara’ un campionato bellissimo e livellato verso l’alto, credo che Porto Rotondo, Ossese, Dorgalese, Macomerese, ma soprattutto Bosa siano le favorite. È anche vero però che sono ottime squadre Fonni, Cus Sassari, Usinese, Tharros, ma non vorrei dimenticare l’entusiasmo di Ovodda e dell’Ilva. Insomma è dura fare un pronostico. Posso per certo dire che prevedo un campionato di livello alto, molto equilibrato.

Oggi inizia la Coppa Sardegna con il derby Ovodda-Fonni…

Sara’ una bella gara da seguire. I locali vantano un bel gioco ormai collaudato. Noli, Curreli, Soddu,  sono giocatori importanti insieme ai fuori quota che credo nessuna squadra possa vantare in questa categoria e possano diventare decisivi. Il Fonni si presenta forte con giocatori di categoria superiore: Pinna, Luca Pili oltre al gruppo locale che ormai da anni conosce il campionato.

Bel derby domani Marghine Planargia anche fra la Macomerese e il Bosa…

Due ottime squadre che vorranno dire la loro in previsione campionato. Credo che il Bosa sia forse la favorita del campionato, ma attenzione alla Macomerese che pur avendo cambiato tanto potrà dire la sua. Non mi sento di esprimere alcun pronostico avendo un debole per Macomer ma anche per Bosa. Chiunque vorrebbe avere in squadra giocatori come Di Angelo, Mattiello, Carboni. Vinca la migliore.

Ringraziamo Luca Pira per la bella ed esauriente analisi, lo aspettiamo in futuro per altre collaborazioni.