Calcio Promozione girone B. Ottima Macomerese ma l’Ilva trova l’acuto vincente

Calcio Promozione girone B. Ottima Macomerese ma l’Ilva trova l’acuto vincente

9 ottobre 2017 Non attivi Di Redazione GuilcerSport 2

La Macomerese rientra dalla lunga trasferta in terra isolana con 0 punti ma anche con tanto rammarico. La compagine di Andrea Pia ha dimostrato di essere una squadra quadrata e ben disposta in campo. “Siamo stati purtroppo condannati da un episodio, afferma il tecnico Macomerese, ma sono comunque soddisfatto della nostra prestazione generale anche se dobbiamo migliorare certi meccanismi”.

Riviviamo comunque la cronaca della gara a cura di Mauro Coppadoro.

Il debutto casalingo in questo campionato di Promozione regala alla squadra del Presidente Biagio Murrighili 3 punti importanti contro un’avversaria forte e determinata, al termine di una partita aspra e combattuta.
Preceduta da un minuto di silenzio per la scomparsa di Menotti Casali, salutato anche da uno striscione degli Ultras.
Tre punti che, aggiunti a quello preziosissimo conquistato ad Usini, la scorsa settimana, valgono- complici le quasi certe sanzioni del giudice sportivo(0-3 a tavolino, per le gare della prima giornata) ai danni di Porto Torres e Porto Rotondo-il primato, in larga coabitazione, in una classifica che già rende l’idea di un campionato molto equilibrato e livellato in alto.
Un primato che vale, considerato un calendario molto ostico, un battesimo del fuoco che ha opposto i Leoni Isolani, nei primi due turni, a due squadre molto quotate ed attrezzate.
Quella di oggi, la Macomerese, il mister Pia l’ha schierata in campo con un 4-3-3: davanti al portiere Sechi i difensori centrali Arrais(un ex) e Fabrizio Colombo, basso a destra Caria e a sinistra Marcello Colombo, linea di metà campo con Baratelli, Scarafo’ e Cossu, alle spalle dell’ottimo tridente formato da Patteri in mezzo, Fantasia a destra e Fois a sinistra.
Mister Vittorio Serio replica con un 3-4-2-1; in porta è confermato Ivan Viviani, linea difensiva Fabrizio Bellu, Calzolaio e Luciano, in mezzo al campo Lollia e Musibau Oluwalogbon, corsia destra per Luigi Vitiello e Gabriel Andreotti a sinistra, Romino Kozeli punta centrale, ed alle sue spalle Nicolo’ Pisano e Milia.
Sono 10 undicesimi della formazione di Usini, con Milia al posto di Pileri, e 4 Under titolari.
Avvio di gara condizionato dal forte vento, e schermaglie di studio che vengono interrotte al minuto 11, con Fois che calcia al volo dal limite, colpendo il palo, e sfiorando quindi il vantaggio ospite.
Il pericolo corso scuote la squadra di casa, che va in gol alla prima vera occasione.
Minuto 19, punizione poco fuori il vertice destro dell’area, la barriera respinge il tiro di Kozeli, che riprende palla, la serve a Musba e il nigeriano invita al tiro dalla lunetta Luigi Vitiello.
Conclusione di prima, di esterno collo sinistro, imparabile per Sechi, che vede la palla entrare sotto l’incrocio alla sua destra.
Come a Usini è Luigi Vitiello a sbloccare, e come a Usini il vantaggio dura 2 minuti.
Infatti, dopo due giri completi della lancetta dei secondi, su un cross da sinistra di Fantasia interviene di testa Bellu, la cui sfortunata deviazione si infila tra palo e portiere, alla destra di Viviani.
Tutto da rifare, e Ilvamaddalena che sfiora il nuovo vantaggio al 25°, con una bella girata di Pisano, servito da Kozeli, che Sechi blocca con bravura e tempismo.
Si arriva all’intervallo senza sussulti, e nel 2° tempo Serio interviene sull’assetto della squadra, inserendo dal primo minuto Ledda al posto di Andreotti, e passando ad una difesa a 4(Vitiello basso a destra, che si aggiunge alla linea difensiva a 3)che ha miglior gioco sulle insidiose discese dell’ottimo Fantasia.
Dopo 14 minuti è la volta di Desantis, inserito al posto di Pisano.
La manovra dei nerocerchiati di casa col passare dei minuti diventa più autorevole, ed è proprio Desantis a calciare di poco alto, poco dopo il suo ingresso, un diagonale dal vertice sinistro dell’area, a conclusione di una bella azione di prima.
Sale di tono Milia, presente in ogni offensiva, ed è proprio lui, al minuto 31, a trovare il gol che vale la vittoria.
Ed è un gol bellissimo, più che per la conclusione imparabile da centro area, per la perfetta preparazione del tiro, col pallone sapientemente lasciato scorrere fino al momento della conclusione, lavorando con grande mestiere per proteggerlo e tenere a distanza il suo avversario diretto.
Esplode il Pietro Secci, e Pia cerca in qualche modo di correre ai ripari, con un doppio cambio, al minuto 37°(Mureddu per F. Colombo e Puggioni per Cossu), ma l’inerzia della gara è ormai nelle mani dei ragazzi di Serio, che attinge a piene mani dalla panchina, inserendo anche Cardu(2002!)per Kozeli e Pileri per Milia.
Arrivano, non concretizzate, quattro occasioni per il terzo gol casalingo, due di testa con Desantis e due di piede, una ravvicinata di Kozeli ed una da fuori area con Pileri.
Il cronometro scorre inesorabile, ed arriva, senza particolari rischi per Bellu e compagni, il triplice fischio dell’ottimo Giudice di Sassari, aiutato nella sua direzione di gara dalla massima correttezza dei giocatori in campo.
Grande entusiasmo sugli spalti del Pietro Secci, tanta soddisfazione per mister Serio, che già pensa alla prossima sfida, a Bonorva.

Mauro Coppadoro

Foto di copertina il capitano della Macomerese Marcello Colombo.