Calcio Eccellenza: campionato sempre più avvincente. Il punto del nostro esperto Pietro Rudellat

Calcio Eccellenza: campionato sempre più avvincente. Il punto del nostro esperto Pietro Rudellat

11 gennaio 2017 Non attivi Di Redazione GuilcerSport 3

Il Tortolì pareggia a Cagliari con il La Palma e fa subito notizia. Dopo una lunga serie di vittorie la formazione di Francesco Loi si deve accontentare dell’1-1, rallentando (si fa per scherzare) la sua marcia. Cambia poco in classifica perché il distacco dal Calangianus, 2° in classifica, resta considerevole(14 punti) ed ancora più ampio rispetto alle altre inseguitrici. Nelle prime due gare dell’anno i rossoblù hanno conquistato 4 punti e il distacco resta ancora quello della fine del girone di andata. Le inseguitrici possono sperare che il pareggio di Cagliari sia un segnale di debolezza? Sarà il campo a dare una risposta, ma la consistenza finora mostrata dalla capolista lascia pochi margini di speranza.
“Ci sta anche il pareggio – filosofeggia Francesco Loi – anche perché nel girone di ritorno cambia quasi tutto e ogni gara è complicata. Non ci siamo mai montati la testa dopo i tanti successi, non calerà il morale dopo un pareggio in trasferta.”
Alle spalle della capolista vincono Calangianus, Budoni e Tergu. I giallorossi galluresi superano il Valledoria per 2-1 al termine di una gara più combattuta del previsto. Goleade invece per Budoni e Tergu. La formazione di Cerbone supera per 4-0 una Ferrini che comunque non ha demeritato. Sugli scudi Sartor, autore di una tripletta. Il Tergu dal suo canto travolge il Bosa con un secco 5-0, dimostrando tutta la sua forza e lasciando i bosani all’ultimo posto della classifica. Per il nuovo tecnico del Tergu Chierico 2a vittoria in altrettante gare.
Nello scontro diretto in zona playoff pareggiano 1-1 Taloro e Castiadas con i gol di Mele e Piras. E alla zona playoff si avvicina l’Orrolese che supera l’Atletico Uri per 1-0. A decidere la gara un calcio di rigore trasformato da Marcialis. Cade invece il Ghilarza sul campo del Tonara, 3-1 il finale. A fare la differenza le motivazioni della formazione di Prastaro ed una buona prova del collettivo barbaricino.
E’ crisi nera per l’Ilvamaddalena sconfitta senza attenuanti per 5-1 dalla Kosmoto Monastir. Per Giuseppe Leggieri c’è molto da lavorare per portare i maddalenini alla salvezza.
Nessuna vittoria esterna nella terza di ritorno, ma trionfo del fattore campo: 6 vittorie delle formazioni di casa e due pareggi. 27 i gol messi a segno nella domenica e Marco Nieddu con 16 reti sempre più capocannoniere del torneo.

Pietro Rudellat