Calcio 2a Categoria. Obiettivi e organizzazione importante per L’Atletico Cabras 2017/18

Calcio 2a Categoria. Obiettivi e organizzazione importante per L’Atletico Cabras 2017/18

27 settembre 2017 Non attivi Di Redazione GuilcerSport 2

L’Atletico Cabras rilancia la propria sfida al panorama calcistico isolano puntando forte sui giovani, e proprio in tal senso la società ha compiuto l’ennesimo grande sforzo. Con paziente e incessante lavoro, il Presidente Alessandro Meli e il D.G. Mario Mele, coadiuvati dalla preziosa collaborazione di dirigenti storici e capaci come Chicco Atzei e Mauro Contini, hanno messo in piedi uno Staff tecnico altamente qualificato e di indiscutibile valore, a partire da Chicco Guai.

Diplomato ISEF e allenatore UEFA B, già noto agli ambienti calcistici, Guai ha sposato con entusiasmo il progetto, e a lui è stata affidata innanzitutto la gestione della struttura sportiva ‘Donna Annetta’, un autentico fiore alla occhiello per il movimento calcistico della zona, con un campo di calcio a 7, uno di calcio a 5, uno di basket, spogliatoi con docce, uno spazio verde attrezzato con giochi per bambini e una comoda e accogliente Club House con tutti i servizi messi a disposizione degli atleti e i genitori dalla società.

Nell’impianto, per il quale va’ fatto un ringraziamento al Comune di Cabras per l’attenzione dimostrata con i lavori di miglioramento della struttura, si sviluppano tutte le attività di base della scuola calcio. Lo stesso Guai è anche coordinatore tecnico dell’attività di base e responsabile della categoria Pulcini, coadiuvato da Matteo Zucca, giovane calciatore della prima squadra.

A seguire Raffaele Secchi, laureato in Scienze Motorie, responsabile del Settore giovanile e istruttore della categoria Primi calci e Piccoli Amici. Alla guida della categoria Esordienti è stato riconfermato il Mister oristanese Andrea Sardu, allenatore UEFA B, dopo l’ottimo lavoro svolto la scorsa stagione con la medesima categoria. A coadiuvarlo ci sarà Mauro Musiu, altro giovane calciatore locale della Prima squadra. La categoria Giovanissimi è affidata invece alle cure di Mister Carlo Deriu, tecnico UEFA B e autentico veterano del settore, referente unico in Italia per la gloriosa società olandese dell’Ajax, coadiuvato dal giovane neo allenatore UEFA C Alessandro Scalas.

La categoria Allievi, infine, è stata affidata al giovane e promettente Antonio Pala, che disporrà della supervisione di Mister Massimo Casula, confermato alla guida della Prima squadra.

“Quest’anno, dopo la retrocessione della scorsa stagione, affronteremo il campionato di 2a Categoria cercando di arrivare il più in alto possibile – dichiara Casula – Assieme a me ci sono il secondo allenatore Marco Sechi, ed il preparatore dei Portieri Francesco Zanatta. Quest’ultimo, per un giorno alla settimana, si occuperà della preparazione specifica di tutti i portieri, dai Pulcini fino alla Prima squadra”.

La rosa è composta prevalentemente da giovani provenienti dal Settore giovanile giallonero, con l’aggiunta di qualche ragazzo che ha già conosciuto categorie importanti e che darà una mano ai meno esperti, i quali tuttavia già si stanno integrando molto bene. Al seguito della Prima squadra è confermato, nel ruolo di dirigente accompagnatore, Gianluca Floris.

“Il progetto – spiega mister Casula – è quello di promuovere in Prima squadra quanti più giovani possibile, cercando di dar loro un indirizzo calcistico. Chi si dimostrerà all’altezza potrà in seguito puntare a disputare campionati di categoria superiore, come accaduto a Junior Karamoko Doukoure, passato in estate dall’Atletico al Lanusei, che disputa il campionato di Serie D”.

“Non meno importante – sottolinea il mister giallonero – è il lavoro che si sta facendo con i ragazzi extracomunitari per farli integrare all’interno della squadra e della società stessa, portando avanti un progetto iniziato l’anno scorso e condiviso dal Presidente Alessandro Meli e dal D.G. Mario Mele”.

A supporto della società, nel ruolo di responsabile comunicazione e addetto stampa, anche il giornalista Paolo Camedda.

“L’Atletico, insomma, – conclude Casula – punta a diventare grande contando soprattutto su sé stesso e su i suoi sostenitori”.

Complessivamente saranno circa 90 i calciatori che calcheranno i campi dell’Atletico Cabras nella nuova stagione.